AA

Come possiamo contribuire all’utilizzo più smart dell’energia?

In seguito alle liberalizzazioni degli anni ’90, il settore dell’energia si è trasformato in uno dei più complessi in Europa, caratterizzato da un’altissima intensità di capitali. Ad oggi rimane, se non il più vitale, uno dei settori più strategici. La sfida di migliore le sue performance potrà solo creare valore per tutti i portatori d’interesse al suo interno. La domanda è: come fare?

La teoria

Attraverso un tipo di gesstione automatizzata dell’energia detta Demand Response (DR), gli utenti possono adattare il loro consumo in base all’andamento del mercato energetico in quel momento, mentre i provider – dai prodotturi ai distributori – possono garantire una stabilità maggiore all’intera rete. In altri termini, il DR rende il consumo dell’energia più efficace nell’aggregato.

La pratica

Non ha ancora la scala richiesta. Infatti, ciascun utente necessiterebbe di un contatore intelligente per caricari e scaricare dati in rete, la cui capacità allo stato attuale sarebbe ecceduta.  Gli utenti sarebbero disposti a pagare per un upgrade del loro hardware che, una volta installato, abiliterebbe davvero un business model sostenibile economicamente e socialmente accettabile, nonché conforme alle normative vigenti? Inoltre, come può il DR integrarsi nelle comunità, sempre meno rare in Europa, che generano e rivendono energia in maniera quasi (se non del tutto) autonoma?

Il progetto BRIGHT ambisce a trovare risposte a questi quesiti attraverso il dispiego di una serie di tecnologie avanzate, che spaziano dai digital twin agli smart contract, in quattro località pilota. Il ruolo di CyberEthics Lab. nel progetto è duplice: da un lato, lavoriamo con tutti i partner per garantire la compliance dei data flow con il GDPR e altre regolamentazioni; dall’altro, valuteremo, attraverso il nostro metodo proprietario, il livello di accettabilità sociale delle tecnologie adottate nei piloti.

Sito web: www.brightproject.eu

This project has received funding from the European Union’s Horizon 2020 research and innovation programme under grant agreement No 957816.

Servizi coinvolti

Ricerca e innovazione responsabile
Ammettiamo di essere tremendamente curiosi e appassionati di ricerca ed innovazione. Siamo incredibilmente attenti ai potenziali effetti e impatti dell’innovazione sull'etica, sulla privacy e sulla protezione dei dati. Lavoriamo insieme ai nostri partner per creare soluzioni efficienti che risolvano questioni etiche, legali e di sicurezza informatica sia sul processo di ricerca, che sul progetto e sui risultati.  Abbiamo esperienze e competenze complementari! Siamo un team multidisciplinare capace di osservare ogni tipo di scenario da angolazioni diverse:
  • etico per il coinvolgimento degli esseri umani nelle attività di ricerca;
  • legale per l'analisi del quadro giuridico internazionale UE e italiano applicabile alla tecnologia e alle raccomandazioni per lo sviluppo sicuro e conforme della tecnologia;
  • tecnologico per la creazione di soluzioni innovative che rispettino sempre i reggenti paradigmi di sicurezza.
Promuoviamo l'inclusione delle questioni legali ed etiche nella progettazione della tecnologia e la creazione delle pratiche migliori per l'adozione della tecnologia in modo consapevole e trasparente.